BEE-DIVERSITY

TO6

Preservare e tutelare l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse

Il progetto in numeri
Durata:
31 mesi
Inizio: 01.02.20
Fine: 31.08.22
N. Partner: 5
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
695.650,00€
Contributo FESR:
591.302,50€

The project in numbers

Durata: 
31 mesi
Start / End: 
01.02.20 to 31.08.22
Stato avanzamento progetto: 
100%
Budget: 
695650.00€
Contributo FESR: 
591302.50€

BEE-DIVERSITY

Miglioramento della biodiversità tramite la gestione innovativa degli ecosistemi e il monitoraggio delle api
Asse prioritario 3

Protezione e promozione delle risorse naturali e culturali

Obiettivo specifico: 
OS 3.2.
Priorità d'investimento: 
PI 6d
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

Bee-diversity ha realizzato un sistema transfrontaliero innovativo per il miglioramento e il monitoraggio della biodiversità negli habitat cofinanziati, che ha permesso la gestione sostenibile e integrata degli ecosistemi. Tale sistema è stato strutturato in protocolli e in un modello congiunto trasferibile in Europa. Il progetto ha integra per la prima volta il monitoraggio dello stato di salute delle aree attraverso impollinatori a un processo di raccolta, semina e diffusione di piante erbacee autoctone.

Sintesi del progetto: 

Bee-diversity ha realizzato un sistema transfrontaliero innovativo per il miglioramento e il monitoraggio della biodiversità negli habitat cofinanziati, che ha permesso il miglioramento, la gestione sostenibile e integrata degli ecosistemi. Tale sistema è stato realizzato in 10 casi studio per un complessivo di 8000 ettari diffusi tra Italia e Slovenia, strutturando protocolli e un modello congiunto trasferibile in Europa anche dopo la conclusione formale del progetto. Bee-diversity ha integrato, per la prima volta, il monitoraggio dello stato di salute delle aree con impollinatori (Api) attraverso un sistema ICT innovativo e una APP per la raccolta, gestione e aggregazione dei dati, con un processo di raccolta, semina e diffusione di piante erbacee autoctone. Il lavoro è stato svolto in aree Natura 2000 con la diretta collaborazione dei proprietari e delle imprese di gestione e degli stakeholder (agricoltori, apicoltori, tecnici, etc..). Attraverso la APP il progetto comunica con modalità differenti, informazioni tecniche agli addetti ai lavori e informazioni generali per sensibilizzare la popolazione. Inoltre Bee-diversity ha previsto azioni di formazione e sensibilizzazione alle imprese, agli stakeholder e ai tecnici in modo da diffondere e formare all’applicazione dei protocolli realizzati.

Risultati principali: 

Il risultato principale del progetto è consistito nel realizzare protocolli e un sistema per la gestione innovativa e il miglioramento della biodiversità. Tramite protocolli e piani d'azione per la gestione sostenibile della biodiversità nei prati stabili, le procedure per la raccolta e la diffusione delle semenze di piante erbacee spontanee autoctone, la raccolta delle buone pratiche di conservazione e valorizzazione della biodiversità si è raggiunto lo sviluppo di un modello sviluppato per una gestione integrata degli ecosistemi per consentire agli apicoltori, agli agricoltori e alle parti interessate di sviluppare metodi sostenibili dal punto di vista ambientale ed economico. Tale sistema è stato realizzato in 10 casi studio per un complessivo di 8000 ettari diffusi tra Italia e Slovenia, strutturando protocolli e un modello congiunto trasferibile in Europa anche dopo la conclusione formale del progetto. Bee-diversity ha promosso un sistema innovativo di connessione di arnie tramite un software ICT per promuovere un monitoraggio della qualità ambientale e della biodiversità tramite le api, che rivestono un ruolo fondamentale nella conservazione della cosiddetta flora spontanea, attraverso un sistema ICT innovativo e una APP per la raccolta, gestione e aggregazione dei dati, con un processo di raccolta, semina e diffusione di piante erbacee autoctone. Inoltre, BEE-DIVERSITY ha lavorato in aree Natura 2000 con la diretta collaborazione dei proprietari e delle imprese di gestione e degli stakeholder (agricoltori, apicoltori, tecnici, etc..) e attraverso la APP il progetto ha comunicato con modalità differenti, informazioni tecniche agli addetti ai lavori e informazioni generali per sensibilizzare la popolazione. In definitiva, il progetto ha favorito il ripristino della biodiversità vegetale locale e la sua corretta gestione assicurando una migliore tutela dei servizi ecosistemici localizzati in aree con valenza naturalistica-ambientale. 

Partner

Partner capofila

Agenzia Veneta per l'Innovazione nel Settore primario - Veneto Agricoltura

Venezia
ITA

Partner progettuale n.1

Polo Tecnologico Alto Adriatico

Pordenone
ITA

Partner progettuale n.2

Università degli Studi di Udine – Dipartimento di Scienze AgroAlimentari Ambientali e Animali

Udine
ITA

Partner progettuale n.3

BSC, Poslovno podporni center, d.o.o., Kranj

Gorenjska
SLO

Partner progettuale n.4

Univerza v Ljubljani (Biotehniška Fakulteta)

Osrednjeslovenska
SLO

Documenti di progetto

BEE-DIVERSITY_Poster_A3.pdf
( 1 byte, pubblicato il 9 Aprile, 2021 - 12:24 )
BEE-DIVERSITY_Rollup.pdf
( 2 byte, pubblicato il 9 Aprile, 2021 - 12:24 )
01 Interreg_BEEDIVERSITY_newsletter ITA.pdf
( 389 byte, pubblicato il 17 Maggio, 2021 - 12:07 )
02 Interreg_BEEDIVERSITY_newsletter ITA.pdf
( 2 byte, pubblicato il 30 Giugno, 2021 - 18:58 )
03 Interreg_BEEDIVERSITY_newsletter ITA.pdf
( 3 byte, pubblicato il 11 Ottobre, 2022 - 11:05 )
04 Interreg_BEEDIVERSITY_newsletter ITA.pdf
( 3 byte, pubblicato il 11 Ottobre, 2022 - 11:05 )
Depliant_10x21.pdf
( 927 byte, pubblicato il 11 Ottobre, 2022 - 11:05 )
Handbook Best Practices.pdf
( 3 byte, pubblicato il 11 Ottobre, 2022 - 11:05 )
Layman report.pdf
( 2 byte, pubblicato il 11 Ottobre, 2022 - 11:05 )
Leaflet_A4.pdf
( 4 byte, pubblicato il 11 Ottobre, 2022 - 11:05 )

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

Bee-diversity realizza un sistema transfrontaliero innovativo per il miglioramento e il monitoraggio della biodiversità negli habitat cofinanziati, che permetta la gestione sostenibile e integrata degli ecosistemi. Tale sistema sarà strutturato in protocolli e in un modello congiunto trasferibile in Europa. Il progetto integra per la prima volta il monitoraggio dello stato di salute delle aree attraverso impollinatori a un processo di raccolta, semina e diffusione di piante erbacee autoctone.
 

SITUAZIONE ATTUALE DELL’IMPLEMENTAZIONE PROGETTUALE 

Progetto iniziato il 01/02/2020

Contatti

Agenzia Veneta per l'Innovazione nel Settore primario - Veneto Agricoltura

0039049 8293879
Viale dell'Università 14 35020 Legnaro (PD) Italia
Furlan Lorenzo, D'Orazio Alessandra

Polo Tecnologico Alto Adriatico

00390434 504413
Via Roveredo 20/B 33170 Pordenone (PN) Italia
Santaliana Diego

Università degli Studi di Udine – Dipartimento di Scienze AgroAlimentari Ambientali e Animali

0039432558189
Via Palladio 8 33100 Udine (UD) Italia
Bovolenta Stefano

BSC, Poslovno podporni center, d.o.o., Kranj

00386 4 281 7239
Cesta Staneta Žagarja 37 4000 Kranj Slovenija
Cvenkel Helena

Univerza v Ljubljani (Biotehniška Fakulteta)

00386 13203374
Kongresni trg 12 1000 Ljubljana Slovenija
Božič Janko